Il paletto della vite

Standard

Nella pratica della viticoltura il contadino utilizza dei paletti di ferro o legno.

Questi paletti vengono inseriti nel mezzo di un filare e girandoli attorno al fil di ferro che copre in lunghezza il filare lo tende permettendo al filare si sostenersi.

Ebbene quando il filo non offre resistenza non c’è soddisfazione. La soddisfazione inizia quando il filo, iniziando a tendersi, rende difficoltoso girare il bastone.

Se si riesce a far fare al paletto un altro giro significa che le braccia sono forti, toniche, robuste e questo invoglia a girare ancora, e ancora.

Epperò il contadino intelligente, diversamente da quello stolto, sa che ad un certo punto si dovrà fermare altrimenti il paletto si può rompere oppure, peggio, molto peggio, nella maggioranza dei casi reagire alla troppa resistenza scattando con violenta rabbia nella parte opposta con rottura di mani, braccia oppure anche di facce.

Ecco una persona funzione nello stesso identico modo del paletto che il contandino usa per serrare il filo delle viti.

Luciano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...